LEGGE 124/2017 (COMMI DA 125 A 129) E SUCCESSIVE MODIFICHE E VARIAZIONI

Ai sensi dell’ art. 1, commi 125-129 della legge 4 agosto 2017, n.124 e s.m.i. è previsto l’obbligo di pubblicare le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in
natura, non aventi carattere generale erogati, nell’esercizio finanziario precedente, dalle Pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, c. 2 del d.lgs. 30 marzo 2001, n.165 e dai soggetti di cui all’art. 2-bis
del d.lgs. 14 marzo 2013, n.33 di importo almeno pari a 10.000 euro.

Ai sensi del comma 127 della L. 4/8/17 n. 124 , tale obbligo non si applica quando l’importo erogato al soggetto beneficiario è inferiore a 10.000 euro e tale limite va inteso in senso cumulativo
e non con riferimento ad ogni singola erogazione (circolare del Ministero del Lavoro 2/2019).

Sono esclusi dalla disciplina i vantaggi ricevuti dal beneficiario sulla base di un regime generale ad esempio i contributi a fondo perduto covid erogati dall’ Inps ed Agenzia Entrate percepiti a fronte
dell’ emergenza sanitaria ( non rientrano in quanto pur essendo di carattere risarcitorio sono considerati di carattere generale perché concessi ad un numero elevato di imprese aventi
determinati requisiti e non caratterizzano un rapporto cosiddetto one to one tra ente erogatore e soggetto beneficiario).

Devono invece essere pubblicati i contributi erogati da Comuni, Camera di Commercio e Regioni.

L’obbligo riguarda le somme effettivamente erogate ai beneficiari, vigendo il criterio di cassa.

La scadenza dell’adempimento resta fermo al 30/06/2021, tuttavia le sanzioni non verranno applicate sino al prossimo 31/12/2021 grazie al D.L. 52/2021 convertito in legge n. 87/2021 che all’
art. 11-sexiesdecies, ha previsto la non applicazioni delle sanzioni sino a tale data. A partire dal prossimo 1/1/2022 scatteranno le sanzioni previste dal comma 125-ter L. 124/2017 , il quale dispone
che l’inosservanza degli obblighi comporta una sanzione amministrativa pecuniaria pari all’1 per cento degli importi ricevuti con un importo minimo di 2000 euro, nonché la sanzione accessoria
dell’adempimento agli obblighi di pubblicazione, decorso il termine dalla contestazione senza che il trasgressore abbia ottemperato agli obblighi di pubblicazione e pagamento della sanzione si applica
la sanzione della restituzione integrale del beneficio ai soggetti eroganti.

Pertanto chi non avesse ancora adempiuto all’ obbligo informativo potrà ancora mettersi in regola entro il 31/12/2021, anche se tardivamente, senza applicazione di sanzioni.

Ance Pavia mette a disposizione delle imprese associate prive di sito internet la presente sezione del proprio portale, per la pubblicazione di tali informazioni.

SOVVENZIONI E CONTRIBUTI PUBBLICI

In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 1, commi da 125 a 129 della Legge n. 124 del 4 agosto 2017 e successive modifiche e integrazioni, pubblichiamo di seguito l’elenco delle sovvenzioni pubbliche ricevute dai nostri associati che ne hanno fatta richiesta:

Impresa Edile Parola Geometra Francesco

Bressani e Doria srl